OVH Community, your new community space.

Storage, raid e HA


mdagest
22.05.2015, 09.50
Ti ringrazio per la risposta. Mi hai chiarito le idee.

michelinux
11.05.2015, 10.12
Si esiste ma non fa esattamente quello che vuoi tu, soprattuto perché hai una infrastruttura non modificabile (in termini di collegamenti).
https://www.vmware.com/it/products/v...es/replication
http://www.vmware.com/it/products/site-recovery-manager
Il problema è che non è real time come per le VM, ma hai un gap temporale tra una sincronizzazione e un altra (minimo 15 minuti).
In più il backup con replication lo devi ripristinare "a mano" (nel senso che serve un intervento di una persona) non cambia automaticamente, con SRM hai la possibilità di creare policy di failover e failback, la macchina però non resta up è hai un minimo di downtime.

Per come ti da l'infrastruttura OVH, resto dell'idea che la prima soluzione è la migliore. In linea teorica è fault tolerant, la macchina è up perché in HA e il raid ti protegge dalla rottura di uno storage/collegamenti.

mdagest
11.05.2015, 08.40
Grazie per la risposta.
Avevo pensato di fare esattamente come dicevi. Volevo pero' sapere se c'e' qualche funzione specifica di vsphere che fa per i vmdk la stessa cosa che fa per le VM, cioe' replicare i vmdk su due storage per fornire fault tolerance. In questo modo dovrebbe essere vsphere a effettuare una sincronizzazione dei due vmdk lasciandoli in configurazione master/slave come per gli host in config HA.

michelinux
08.05.2015, 17.18
Premesso che non ho mai lavorato con il Cloud dedicato di OVH.
Io farei così:

Per quanto riguarda lo storage NFS sul sito dicono questo: Hai a disposizione uno spazio di archiviazione in RAID-1 o in RAID-10 dedicato totalmente a te.

Per quanto riguarda la gestione dischi, opterei per la prima scelta, ovvero 2 vmdk uno per storage, uniti in RAID1 tramite linux, mi sembra più efficiente e flessibile, dal momento che la vm è sempre up perché in HA, e se ti va giù un link verso uno degli storage è come se ti fosse saltato un disco in ambiente fisico.

VMware lo lascerei semplicemente ad occuparsi della gestione master/slave degli host.

Saluti

mdagest
08.05.2015, 16.55
Salve a tutti,

ho acquistato da qualche giorno il dedicated cloud "Enterprise M" composto da due host e due storage ed ho iniziato a mettere su un paio di vm di test per chiarirmi le idee. La versione di vsphere e' la 5.5

L'obiettivo per me e' di creare tre vm che siano completamente ridondate, sia per le vm che per lo storage con linux (i possibili OS sono debian 8, centos 7 e ubuntu 14.04)

Ho un paio di perplessita' sul come gestire lo storage.
Vsphere mi fa "vedere" due storage da 300 Gb collegati in NFS agli host. (fra parantesi, qualcuno mi sa dire se a monte lo storage e' ridondato in raid o no ?)

Quando creo una vm e attivo la HA il sistema mi configura i dichi virtuali direttamente su uno dei due storage. In caso che lo storage si rompa o si blocchi, la vm che usa quello storage sara' quindi bloccata. Dovrei a questo punto creare una VM che abbia i vmdk ridondati sui due storage in modo che in caso si fermi uno, l'altro continui a lavorare.

Per raggiungere questo obiettivo, a quanto ho visto, ci sono due strade:
1) creare due vmdk distinti (uno per ogni storage) e associarli alla vm in cui poi creare un volume raid con MD di linux che usi i due dischi virtuali.
2) usare qualche specifico meccanismo di vsphere per ottenere questo risultato. Leggendo la documentazione di vmware ho trovato alcuni accenni a questa cosa ma non ho ancora approfondito.

Quale dei sistemi e' consigliabile e quali sono i pro e contro di questi due distinti approcci ?

Saluti